CINA







La superficie della Cina è oltre 9 milioni di km², di poco inferiore all'intera Europa,  il che ne fa lo Stato più esteso dell'Asia orientale ed è il paese più popolato del mondo con quasi 1 miliardo e mezzo di abitanti, pari a circa il 19,5% del'intera popolazione mondiale. La forma di Stato della Cina è una repubblica socialista governata da un unico partito, il Partito Comunista di Cina.  La vastità del Paese ne fa un mondo a sè che spazia dalle metropoli moderne, alle praterie epiche della Mongolia Interna passando per deserti, vette sacre, grotte straordinarie e rovine imperiali.La Cina è un luogo di forti contrasti e di grandi bellezze nel quale troverete molto da vedere ma impossibile da visitare per intero, quindi è necessario scegliere un itinerario di base, per esempio andare da Pechino al Tibet passando da Xi'an per ammirare l'esercito di terracotta e un tratto della Via della Seta, scendere lungo il fiume Yangzi o ancora esplorare gli straordinari paesaggi della provincia di Guangxi.






INFORMAZIONI UTILI

CLIMA
La vastità e varietà del territorio cinese rendono indispensabile una suddivisione schematica in tre fasce climatiche, la parte settentrionale fredda e secca, la centrale più temperata di tipo continentale, inverno rigido ed estate calda, la meridionale umida, inverni miti ed estate afosa. Il periodo migliore per visitare la Cina è da aprile a giugno, settembre e ottobre, sebbene per la peculiarità di alcune zone anche gli altri mesi dell'anno si prestano alle visite turistiche.

DOCUMENTI
Passaporto, con validità di almeno sei mesi dalla data di ingresso in Cina, provvisto del regolare visto. Il visto viene rilasciato dall’Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese di Roma o dal Consolato cinese di Milano. Per turisti facenti parte di un gruppo con uguale itinerario,  è possibile avere  un visto collettivo per il quale è necessario comunicare alcuni dati personali e inviare fotocopia del passaporto. L’importo e la tempistica per l'ottenimento dei visti è variabile, è indispensabile presentare la richiesta almeno tre settimane prima della data di partenza. Per l’ingresso in Tibet occorre un ulteriore visto che viene rilasciato dall’Agenzia Turistica del Tibet. 

SANITÀ
Nessun tipo di vaccinazione viene richiesto per l’ingresso in Cina. La qualità del servizio sanitario in Cina non è elevata. Solo nelle metropoli è possibile trovare personale medico e sanitario competente, ma con limitata conoscenza dell’inglese o di altre lingue veicolari. I costi di degenza ospedaliera per i cittadini stranieri sono elevati. Nelle aree rurali, possono riscontrarsi pesanti carenze sanitarie, strutture inadeguate e personale medico non sufficientemente specializzato.

MONETA
La moneta locale è il Yuan (CNY) che si può cambiare in loco, presso gli alberghi, le banche ed i negozi dell’amicizia. L’Euro viene comunemente cambiato. Al termine del viaggio è possibile convertire la moneta cinese rimasta, presentando una ricevuta di cambio. L’utilizzo delle carte di credito si sta diffondendo, prevalentemente utilizzabili negli hotel, nei negozi e centri commerciali delle principali città.

ELETTRICITA'
220 Volt,  le prese sono con spine a due poli, tuttavia capita di trovare anche altri tipi di prese, si consiglia di munirsi di adattatore multiplo.

LINGUA
La lingua ufficiale è il cinese mandarino, detto anche “lingua comune”, molto simile al dialetto parlato nella zona di Pechino, esistono tuttavia  numerosi dialetti che a volte sono una vera prorpria lingua a parte. L'inglese è parlato negli aeroporti e grandi alberghi ed è presente nella segnaletica stradale.
  
RELIGIONE 
Le principali religioni sono quella buddista e taoista, l'ateismo è largamente diffuso.   

FUSO ORARIO
In tutta la Cina vige l’ora di Pechino che è di 7 ore in più rispetto all’ora italiana e 6 quando in Italia è in vigore l'ora legale.

ABBIGLIAMENTO
Occorre valutare il periodo ed il clima nelle zone che si andranno a visitare. In generale è meglio prediligere un abbigliamento comodo, abiti in tessuto leggero per l' estate ed un maglioncino per proteggersi dagli sbalzi termici diurni/notturni delle zone interne o dovuti all'aria condizionata presente nei locali pubblici. 

VARIE
E' bene sapere che la qualità alberghiera nelle grandi città si avvicina agli standard occidentali grazie alla recente costruzione di eleganti alberghi dotati di ogni comfort . La maggior parte di essi appartengono alle grandi catene alberghiere internazionali e garantiscono standard di servizio elevato, tuttavia nelle zone meno turisticheil livello alberghiero è decisamente inferiore. Le camere sono normalmente a due letti da una piazza e da una piazza e mezza. 
Si ricorda che è obbligatorio utilizzare valige munite di lucchetto o serratura a combinazione complete di etichetta riportante i dati anagrafici del possessore. 

MANCE
La mancia non è obbligatoria tuttavia è una pratica molto diffusa, la popolazione si aspetta di ricevere la mancia dai turisti. E' buona norma nei ristoranti lasciare una mancia intorno al 10%. Nel caso di tour di gruppo è consuetudine che l’accompagnatore raccolga all’inizio del viaggio una somma da distrubuire durante il soggiorno. Nel caso di tour individuali, si lascia la mancia se si è soddisfatti del servizio prestato, indicativamente si può calcolare per partecipante 1 o 2 Euro al giorno per gli autisti; 3 o 4 Euro  per la guida locale e per la guida nazionale.

TELEFONO
Per la telefonia mobile si consiglia, all’arrivo negli aeroporti internazionali cinesi, di acquistare una scheda SIM ricaricabile, che consente chiamate da e per l’Italia. Presso gli Uffici Postali e le sedi della CNC (compagnia telefonica nazionale) e’ possibile sottoscrivere abbonamenti telefonici che consentono l’attivazione anche dei servizi SMS, MMS e posta elettronica da e per l’Italia, previo pagamento di un deposito e la presentazione di un garante. I costi delle chiamate interne sono anche a carico del ricevente.

Prefisso per l’Italia: 0039 
Prefisso telefonico dall’Italia: 0086 (aggiungere 10 per Pechino; 21 per Shanghai; 20 per Canton; 23 per Chongqing).